lunedì 17 settembre 2007

Grillo? Un delinquente senza cuore

Nel suo blog Grillo continua ad attaccarmi. Prima voleva garantire assistenza legale ai parenti vittime di assassini usciti grazie all'indulto e trasformatisi in belve feroci. Poi ha deciso di raccogliere queste sofferenze in un libro bianco.
Per me Grillo è un delinquente senza cuore. Come definire chi si propone di strumentalizzare il dolore ultragiustificabile di chi ha perso amici, affetti, parenti per omicidi terribili attribuendo la responsabilità di quel dolore all'indulto? Come se l'indulto stesso fosse la causa di un omicidio, come se chi ha votato in Parlamento il provvedimento possa essere corresponsabile dell'omicidio in questione. Un assassino è tale, indulto o non indulto.
Per me Grillo è un ignorante costituzionale. Come definire chi finge o fa finta di non sapere che a proporre l'indulto è stato tutto il Parlamento e non solo il ministro della Giustizia?. Io ritengo che il provvedimento sia stato giusto e non scarico certo la responsabilità sugli altri. Ma la proposta è del Parlamento.
Per me Grillo non arriva alla vita di Benigni. Viva Benigni!

P.s. Mi sembra chiaro ora, e non era un segreto neanche prima, che Grillo punti a una presenza politica nazionale forte. Ce la farà a fare le liste? Vedremo. Ma la politica c'entra eccome.

20 commenti:

melui ha detto...

Sicuramente la responsabilità è dell'intero parlamento, non di un singolo politico. Tuttavia ciò non esonera nessuno dalle proprie colpe nel votare il provvedimento. Anzi.
La presenza di Grillo nella politica nazionale è attesa da moltissimi cittadini, stanchi e esasperati da una classe politica inadeguata, troppo attenta ai propri interessi e, in numerosissimi casi, eccessivamente distante dalla realtà e dalla vita quotidiana. Grillo non solo riempirà un vuoto, ma rappresenterà il malessere generale. Finalmente!

Riccardo Casula ha detto...

E' assurdo quanto si tenti di rovesciare tutto quanto: le parole, i fatti, le opinioni.. Non si possono accettare queste cose. Non si possono sentire commenti del genere dal ministro della Giustizia: "delinquente senza cuore che mangia il cuore degli altri". A Grillo! Per aver semplicemente pensato una cosa del genere? Non si è accorto forse che una buona parte di noi crede che forse ci siano delle responsabilità dietro tutto questo? Dovremmo essere tutti dei delinquenti tritacuori!
Ecco l'Italia a testa in giù! Siamo sempre lì: tutto alla rovescia!
Io mi sono stufato veramente..e che cavolo..

Io credevo che il blog servisse per avvicinarsi di più ai cittadini, giusto! Però credo proprio che lei si stia allontanando caro dipendente, cioè che questo blog non è altro che una scusa per dire "io ho fatto il blog, quindi discuto e mi avvicino ai cittadini" e ci si pulisce la coscienza.. non funziona così.

Che ci dice dei commenti non pubblicati?

Anonimo ha detto...

Spett.LE
Clemente Mastella, le volevo ricordare che l'indulto ha scarcerato decine e decine di delinquenti, che poi hanno proseguito la loro carriera ( non molto pulita).
Tutto questo per liberare i soliti noti.
La giustizia in italia non è più uguale per tutti.
Con rammarico
Dott. Giacomo Giuliani

Michele Ranieri --ALyAS Mr_Photoshop ha detto...

Ma dico,secondo lei,in italia c'e',giustizia?
Forse il ministro?
Sicuramente il Palazzo!
Ma la giustizia e' un'altra,se sa' cose' faccia che trionfi sempre,ma non faccia che diventi(e'gia)un mezzo per soli potenti!!!
BASTA,BASTA,quande defandezze ancor dobbiamo sopportare!!
Poi volevo chiederle,come mai apre un blog,ma i messaggi sono filtrati??
Di cosa ha paura? Che viene invaso,da milioni e milioni,di messaggi al quanto non graditi!!
In attesa di un suo eventuale riscontro le porgo distinti saluti!!
Michele Ranieri !!!!

GRAZIEEEEE BEPPEEEEEEEE!!!

beppe ha detto...

Sottoscrivo quanto scrive!
E' pericoloso e sovversivo, urlare alla folla ,che c'e' una responsabilta' diretta tra morti violente e indulto!
Ma Oggi lo sport nazionale sembra sia quello di sparare sulla politica e sull'indulto...

dfmauri ha detto...

Ammazza Clemè!! Quanta gente che ti segue! Non saranno troppi?! Datti all'ippica!!
Non per quello che scrivi in questo post che è anche parzialmente condivisibile, ma per tutto quello che sei e che rappresenti.
Cerca di togliere il disturbo il più presto possibile.

Francesca Faralli ha detto...

Egr.
Clemente Mastella,
Ho 21 anni e sono iscritta alla facoltà di Giurisprudenza di Genova, il mio parere è che venga tutelato più il delinquente che il cittadino onesto. A tutti i livelli. Concordo con Lei nel dire che chi ha votato il provvedimento non aveva lo scopo di dare il via a omicidi e reati (e ci mancherebbe anche questo...). Ma concorderà con me che l'indulto ha contribuito e che non tutti quelli che ne hanno beneficiato si sono dimostrati "redenti".
Se io avessi perso un famigliare a causa di uno di questi "beneficiari dell'indulto" credo che probabilmente la penserei come la massa: me la prenderei con le istituzioni, con lo Stato e con "chi ha votato l'indulto". Se poi c'è chi strumentalizza questo dolore, lo sa meglio di me, siamo in Italia il paese dove il dolore fa notizia, dove se porti il dolore come bandiera diventi il salvatore della patria...
Riguardo a Grillo, che stimo come persona, anche se non condivido proprio tutto quello che dice, volevo chiederle:"Perchè secondo Lei Beppe Grillo riesce a essere così comunicativo? Perchè ha la fiducia di tutte queste persone?" Perchè fondamentalmente ha il coraggio di dire (in un modo abbastanza discutibile) quello che tutti pensano,le masse si sentono rappresentate da questo potere carismatico.
E' difficile, mi creda, anche per noi giovani credere in un futuro roseo per l'Italia se i nostri politici continuano a farsi la guerra tra di loro. Pensate un po' di più a Noi.
Grazie per l'attenzione.

santino ha detto...

Viviamo in un paese in cui la tutela della gente per bene è sempre secondaria rispetto alla tutela di assassini e delinguenti vari.

L'indulto ne è una riprovevole prova, ma non dimentico tutte le assurde garanzie cui ha diritto un imputato di strge o omicidio.

Perchè perdere tempo in processi il cui colpevole è certo?

Perchè chi ruba per mangiare si fa due giorni di galera e chi uccide in auto dopo una settimana è fuori?

Perchè in qualità di ministro non pensa a dare una rimodernata a certa legislazione che ingolfa i processi in questo paese?

Cordialità

moderato ha detto...

Premessa sono d'accordo con il contenuto delle cose dette da Grillo...i termini però, non tutti, non li condivido, anche se capisco che si debba alzare il tono in questo paese per farsi sentire. Di questo ha colpa l'informazione, però, non la politica. Per cui non capisco l'accanimento verso Mastella. Spero per la bontà delle cose che Grillo dice che il prossimo suo passo sia quello di utilizzare termini meno accesi ma per carità continui a dire le cose che dice....

Anonimo ha detto...

Egregio Ministro MASTELLA, anche sel'indulto è stato approvato da tutto il Parlamento, non vuol dire che le responsabilità di ciò che ha comportato sono del Parlamento, le responsabilità sono esclusivamente di chi irresponsabilmente ha voluto l'indulto mettendo in libertà tanti delinquenti che hanno ripreso la loro attività a discapito dei cittadini ONESTI, ma certamente questo a Lei non inderessa, è difficile sapere se Lei è con i cittadini onesti, ne dubito. Comunque sappia che Lei è complice di tutti i reati che questi suoi favoriti hanno commesso e commettono giornalmente. Si ricordi che BEPPE GRILLO è la voce di tutti i cittadini stanchi di vedersi derubati e mortificati dai POLITICI. E' assurdo vedere con quanta facilità e naturalezza avviene l'aumento automatico degli stipendi ai Politici (già super pagati) mentre i lavoratori devono affrontare delle lotte e fare sciperi per vedere aumentare lo stipendio da fame con una elemosina. E' VERGOGNOSO E SI VERGOGNI

Cirosan ha detto...

Vorrei sottolineare che internet non funziona come la tv. La tv è passiva dunque la gente crede come se parlasse la Madonna...

Internet ESIGE una partecipazione attiva, ergo nessuno - NESSUNO - si beve qualsiasi cosa si scriva.

Quindi se scrive che Grillo bla bla bla.. la politica c'entra e bla bla bla... ma davvero crede di stare in tv davanti un popolo rincitrullito?!

Che pena..

paolo ha detto...

con il mio sei a quota 8 commenti!!
Vai clemente che vai fortissimo!!
W Ceppaloni!

Conti Alfredo ha detto...

Egregio Dott. Mastella, invece di giudicare Grillo e affibbiargli il bollino di delinquente, si faccia un bell'esame di coscienza e abbia il coraggio di confessare pubblicamente e una volta per tutte che ha commesso un grandissimo errore firmando l'indulto.
E' fuori dubbio che alcuni crimini sarebbero stati commessi in qualsiasi caso, ma non tenti di offendere l'intelligenza di noi Italiani, volendoci far credere che con questa manovra sono state scarcerate solo brave persone !!!
Non passa giorno che nei telegiornali non si sente parlare di delinquenti recidivi che commettono dei crimini (più o meno gravi, ma di cui ne potevamo fare a meno), scarcerati con l'indulto, con un costo alla comunità enorme in termini di mancata sicurezza e impegno di Forze di Polizia.
Comincio a pensare che i delinquenti godino di maggiori privilegi rispetto alla gente onesta; vedi Rom, ladri di vario genere, evasori e perchè no.. soprattutto molti politici.
Lei e i suoi colleghi Ministri, dovete convincervi che Grillo, ha solo dato voce e consistenza ad un malcontento che già da qualche anno serpeggiava in Italia, da quando il Sig. Berlusconi e i suoi tirapiedi imprenditori, si sono confezionati quel bellissimo "condono fiscale" con cui si sono salvati, e come d'incanto si sono trovati a pagare meno di quanto ho pagato io che guadagno un millesimo di loro... è stato veramente vergognoso e ha dato uno schiaffo a chi, suo malgrado deve pagare tutto fino all'ultimo Euro perchè dipendente.
Se Voi parlamentari volete essere credibili, DOVETE DARE IN PRIMIS IL BUON ESEMPIO, e agire solo ed esclusivamente nell'interesse del POPOLO ITALIANO; mi sembra che questa regola sia stata messa in secondo piano da molti anni.
Purtroppo mi trovo costretto a dichiarare che se la situazione attuale politica non prenderà una svolta positiva riguardo la credibilità, mi rifiuterò di recarmi a votare le prossime elezioni, nonostante creda fermamente nel dovere di farlo. Ritengo che molti faranno come me, spinti dal senso comune di disgusto verso la "classe politica e i suoi privilegi immeritati".
Cordili saluti a Lei e ai suoi esimi colleghi parlamentari.

innoxius ha detto...

Io non voglio rinfacciare l'indulto. La spiegazione è stata: serve a sgombrare le carceri sovraffollate. Va bene, per l'amore dello Stato. Ora però veniamo a sapere che si stanno ripopolando, con il rischio che ci ritroveremmo in un clamoroso status quo. Mi auguro che abbiate una seria, chiara e definitiva riforma della giustizia in programma, altrimenti poi non vi lamentate se qualcuno vi prende a pesci in faccia tirando fuori l'indulto.

Giovanni F. ha detto...

Il fatto che ci siano così pochi commenti a questo post mi fa capire che ci deve essere stata davvero mooooooooolta gente che le ha fatto notare le vaccate che ci sono scritte.
E se vuole saperlo io trovo vergognoso il suo ostinarsi nel voler fare orecchie da mercante verso chi sostiene, a ragione, che l'indulto è stata una porcata grande quasi come la legge elettorale di Maroni (che non vi siete ancora scomodati a cambiare).
L'uscita sulle spese legali e il libro poi, è un'opera d'arte. Vuole intendere che LEI si indigna perchè delle persone oneste che le pagano lo stipendio sono pronte a pagare anche le spese ai legali del figlio dei coniugi di Treviso seviziati e trucidati come animali da delinquenti liberati con l'indulto?
Il suo dire che non è stato solo lei ma tutto il parlamento ad approvare quel gioco indegno (che serviva per non far finire nelle carceri qualche Pantalone, oltre che, effetto collaterale, a svuotarle un po') non fa altro che estendere la vergogna che gli italiani provano da lei a tutti i suoi colleghi.
Ma non le sono neanche venuti dei sensi di colpa a sentire quello che è successo?
Impegnatevi a fare cose che servono veramente al paese, altrimenti lasciate il posto a gente più giovane, onesta e soprattutto utile di voi.
Giovanni F.

Ignazio Pinna ha detto...

Sig. Ministro,
non ritengo giusto che Lei venga additato quale unico artefice del provvedimento (vergognoso) con cui è stata concessa l'im_m/p_unità ai delinquenti.

Anche se, mi pare di ricordare che Lei, che siede sui banchi della maggioranza da due legislature, non si sia mai tirato indietro quando si è trattato di rendere più facile la vita di troppe "rispettabili" persone con guai con la Giustizia, accorciando loro i tempi di prescrizione ovvero affievolendo, se non addirittura annullando, ex lege molte ipotesi di reato che in altri Stati (con la esse maiuscola) vengono sistematicamente puniti.

Non me ne voglia, ma in quanto cittadino sono stufo di vedere sempre più premiati i comportamenti disdicevoli (è solo un eufemismo) ed in quanto elettore non mi sento in alcun modo rappresentato da coloro i quali siedono in parlamento per volere dei capi di partito.

SONIA ha detto...

caro clemente io sono una forzzista di forza italia.ultimamente sono un pò schifata a sentire i costi della casta ma perchè nn vi fate vedere più umili incominciando col fare almeno di tutte quella guardie del corpo nn siete mica dei divi che la gente vi salta al collo--è poi con gli stipendi nn potete andare in giro con le vostre auto .be comunque ci siamo capiti potete riconquistarvi la fiducia dei lettori se sarete più umile .è quando andate ai ristoranti lasciate almeno la mancia perchè alcuni di voi nn lo fanno ed è vergognoso , io che sono una che ci va poco a mangiare fuori lascio anche 10 euro è sono una poveretta credimi vivo con 1000 euro al mese quindi cercate di mettervi un pò nei nostri panni .io lo conosciuta da vicino on. una volta ero con il ccd.ora nn cambio più perchè sono innamorata di berlusca .la saluto distintamente sonia montefusco

stifler84 ha detto...

paradossalmente il procedimento di approvazione dell'indulto necessita di una maggioranza maggiore di quella necessaria alla modifica costituzionale, percio la responsabilita investe tutti coloro che sono entrati nel merito del procedimento... ma.... non puo certo tirarsi indietro Signor Ministro, per il ruolo che occupa all'interno delle istituzioni e' chiaro che verra sempre bersagliato, criticato. E' il principio di responsabilita politica e dal momento che siede in parlamento dovrebbe saperlo... poi che le critica sia veritiera o fallacia sta a lei giudicarlo, ma deve comunque accettare cio che viene dall'esterno.... e questo non e' solo grillo, si sa, i cittadini quando hanno un problema o una sciagura guardano sempre al livello gerarchico superiore... c'e un omicidio colpa dell'indulto, non s'arriva a fine mese colpa delle tasse.. poi, che questo venga detto non vuol dire che sia vero....

Giovanni ha detto...

Sen Mastella, non se la prenda, viviamo in un periodo dove tutti hanno smania di protagonismo e vogliono una platea per mostrarsi, Lei in questo momento sembra il più adatto allo scopo, ma deve considerare che Lei ha operato nel giusto.
Il provvedimento proposto da Lei, L'indulto, votato, poi, dalla maggioranza del parlamento che è sovrano, è un provvedimento giustissimo per tanti motivi.
Io lo dico vedendo le cose con gli occhi di chi vive all'interno, visto che sono un operatore della polizia di stato.
Tanti sono gli errori della giustizia essendo che essa è amministrata da esseri umani e gli esseri umani non hanno il dono dell'inffallibilità.
Troppe volte ho visto condannare innocenti per via della verità giuridica e fortunatamente, ho anche visto che qualche volta la verità vera è venuta a galla.
Ma a che serve indennizzare una persona per avere subbito una ingiusta detenzione, io sono certo che non vi è denaro che può ripagare quella persona per le cose subbite e spesso, c'è chi non resiste ad una violenza psicologica del genere e si suicida in carcere.
Questo non è giusto se crediamo alla vita. Questo non è giusto se siamo credenti.
Personalmente le dico che preferisco vedere 100 delinquenti fuori piuttosto che vedere un innocente dentro.
Invece, oggi credo che stiamo rivivendo un ricorso storico; siamo nel mediaevo, ovvero periodo postindustriale che ricalca quanto accaduto nel medioevo con la santainquisizione.
La gente ha bisogno di sfatare le proprie paure e pertanto cerca altri simili da immolare e sacrificare.
Io penso che bisogna comunque essere comprensivi e tentare di ricondurre alla ragionevolezza il popolo.
Oggi la democrazia è in crisi mi sembra quasi di vivere una dittatura mediatica, in uno stato che ha una classe politica rinunciataria perche teme di dire quello che pensa veramente. Lei almeno ha avuto più volte il coraggio di dire quello che pensa e non si curi di quanti lo attaccano, faccia sempre quello che in coscienza ritiene giusto.
Per chiudere le dico con tutta franchezza che fino a qualche anno fa credevo di essere di sinistra ma oggi non riesco più a capire cosa sia di sinistra o cosa sia di destra. Secondo me dobbiamo smetterla di vedere le cose in questo modo, secondo me un politico che si rispetti, un partito che si rispetti deve avere il coraggio di aprire un dibattito pubblico, aperto a tutti per andare nel quore dei veri problemi e cioè, a mio parere Il lavoro vero quello produttivo, la casa, il rilancio di una economia che non trova sbocchi, l'indipendenza energetica (fonti rinnovabili) e il recupero di un territorio sempre più degradato che non vuol dire impedire di costruire ma vuol dire costruire in armonia con l'ambiente, i verdi attuano una politica a volte giusta e a volte strumentale. È ora che la parola torni alla politica con la P maiuscola.
Mi perdoni se ho disturbato con questo sfogo, ma mi creda il popolo è sull'orlo del collasso, non c'è la facciamo più.
ma non per l'indulto, ma perché non si riesce più a mangiare e tanti rischiano di perdere la casa trovandosi a dormire sotto le stelle. Scusatemi per gli errori ma ho scritto tutto dun fiato.

antonino ha detto...

Sig.re Mastella, so che non posterà questo messagio, come non ha postato i precedenti e come non ne ha postato più in quanto saranno tutti contro il suo operato e la sua persona.
I questo altro glielo scrivo lo stesso, le farà bene leggerlo.
Sono davvero deluso, sconfortato e schifiato da tutto quello che è successo!!!!!
Da lei dal presidente del consiglio, dal presidente della camera e da tutti voi politici; perchè a vedere mio siete l'unica Casta presente in italia.
Non può fare certe affermazioni su De Magistris e su tutto il caso del trasferimento. HA TORTO MARCIO e tutti gli italiani la pensano come me!!!
Adesso noi vogliamo innanzitutto legalità, la vogliuo come studente alle università, la voglio come siciliano nella aule della regione sicilia, la voglio come italiano al governo.
L'unica cosa che le rimane da fare, è riassegnare l'inchiesta a De Magistris e Dimettersi dal suo incarico, perchè anche se è stato votato dagli italiani adesso non ha più il nostro consenso e siccome noi siamo i sovrani...
Spero che valuti bene la situazione e agisca con giustizia criterio ed umiltà.
Guardi che siamo proprio a mare e forse l'unico rimedio sarebbe un altro '68.
Io chiedo che lei si dimetta se vuole posso fornirle pure i miei dati anagrafici e C.I.
può chiedermeli contattandomi all'indirizzo: goddrek@hotmail.com
cordialmente Antonino