lunedì 24 settembre 2007

Non mi sembra poco

Continuo a ricevere migliaia di commenti da parte di lettori (in gran parte anonimi) che, invece di porre argomenti validi sul tavolo, poggiano insulti, parole senza un minimo di possibilità di vedere la luce e scappano veloci. Altrettanti numerosi sono quelli che per un post della domenica si lamentano perchè il lunedì non ci siano nè risposte nè commenti moderati sul blog. Vi ho già spiegato che leggo tutto personalmente e che poi seleziono e pubblico. Se non vi piace il metodo non so che farci. Questo è. Non passo le giornate sul pc. Ma buona parte delle sere si. Non mi sembra poco. Ma credo che per venirvi incontro farò come per il blog di molti altri personaggi: chiederò la registrazione al blog. Grillo lo fa no? Scommettiamo che se lo faccio io trovate da ridire anche su questo?

19 commenti:

mcz ha detto...

Caro Ministro,
ho letto parecchi commenti ai suoi vari blog. Una vera valanga di inciviltà e stupidaggine.
Io non sono un suo sostenitore, ma trovo gli argomenti di molti suoi detrattori privi di intelligenza e di buon gusto.
Si dà il fatto, però, che la maggior parte di costoro sia rappresentata nel Governo di cui Lei fa parte dalla cosiddetta sinistra massimalista.
E resta per me un mistero sul motivo per cui Lei si ostini a tenerseli come alleati.
Il Paese non ne può più di questo Governo. Prenda la palla al balzo e staccadosi da personaggi che nulla hanno a che vedere con le sue idee e la sua storia politica faccia cadere questo Governo ridando un po' di speranza agli Italiani.

mcz

Anonimo ha detto...

Un complimento voglio farlo. Premetto: Non sono di sinistra. Neanche di centro. Sono impegnato in politica e non condivido praticamente nulla di questo governo.
MA...
Mi sembra che questo blog sia curato davvero da lei di persona, e questo le fa onore.
Non è bello aprire la propria mail e trovare insulti e minacce. Sono tutti capaci dietro ad un computer ad insultare. Per questo le espimo la mia solidarietà.
Trovo lodevole che un politico, e un ministro, gestisca uno spazio dove 'mette a nudo' se stesso.
E' un buon segnale, e per questo mi complimento.
PS: Sono un elettore di destra, e anche di destra bello forte.
Max

VALERIO CAMERUCCI ha detto...

Caro ministro,

Tutti parlano di crisi della politica, ma nessuno si chiede cosa la gente chiede.Lei parla di certezza della pena, ma la giustizia in Italia sembra una tartaruga in letargo. Gli avvocati non difendono più i propri clienti, cercano solo di arrivare alla prescrizione.Perchè non cambiare poche righe e bloccare il tempo di prescrizione dopo il rinvio a giudizio, e ancora obbligo di scelta del tribunale a monte del processo.Per aumentare il personale basta agire chiudendo tutti i tribunali militari ormai inutili e lasciarle solo uno spostatando magistrati, cancellieri e quantaltro in altre sedi civili..non mi sembrano proposte folli..Si ricordi che la giustizia ed il rispetto delle leggi sono le basi della democrazia.

Berto ha detto...

Mi scusi..errata corrige, vedo che lei risponde,e almeno questo le fa onore.Ecco allora diciamo che il blog perfetto nascerebbe dalla fusione tra le sue risposte e la libertà di parola di quello di Gentiloni.

Alcide ha detto...

Gentile Ministro,
Le scrivo, fra l'incuriosito e l'incredulo, essendo rimasto attonito del fatto che un Ministro della Repubblica abbia deciso di mettersi a livello dei cittadini e di avvicinarsi a loro in una maniera così spiccia, pratica e, soprattutto, in voga.
Sono un moderato, cittadino del Nordest e laureando in Medicina e Chirurgia, elettore del centro-sinistra più per la fiducia riposta nel Presidente Prodi che per altro (non amo le frange massimaliste e oltranziste della coalizione).

Non Le dico che sono un Suo profondo ammiratore, sarebbe cosa che non rispecchia la realtà, anche per via del fatto che non credo di conoscere il suo curriculum politico così a fondo. Piuttosto Le dico che La rispetto, in quanto Ministro e Parlamentare, e che apprezzo (e invidio) la Sua intrinseca passione democristiana e che spero che da queste "ceneri" possa nascere, magari, un giorno un'altra splendida fenice. Chissà.

Mi occupo di politica già da molti anni, si tratta di una mia personale e intima passione. Le trasmetto un'idea che, a quanto mi è parso di raccogliere, sia quella di molti giovani della mia età e credo che sarebbe giusto che Lei la conoscesse.

Non credo che a nulla varrebbe darle solo manifestazioni di stima, tacendole i malumori di tanta parte dell'elettorato (soprattutto giovane) in quanto ciò non risolverebbe il problema di fondo.

Per come leggo l'attitudine dei giovani (almeno di quelli con i quali mi sono trovato a confrontarmi), la sua figura è indefinita, nebulosa, confusa; oltre a ciò, a fronte di un risultato elettorale "scarso" a livello nazionale, Le è stato comunque conferito un grande potere, sia come Ministro, sia come persona che fattivamente può scegliere se continuare a tenere in vita il Governo; la comoda o scomoda (dipende dai punti di vista) posizione di "ago della bilancia", che non è posizione privilegiata per raccogliere le simpatie né di uno né dell'altro schieramento. Inoltre la sua indole sempre "in movimento", che la porta a minacciose esternazioni in più di un'occasione, la fa percepire come persona non coerente e il timore di un Suo eventuale passaggio all'opposizione, questa continua minaccia che incombe sul Governo, non fa altro che peggiorare il sentimento dell'elettorato nei suoi confronti.
In poche parole Lei è visto come una persona poco affidabile, volubile e, conseguentemente, fatica a raccogliere le simpatie di molti miei coetanei.

Sperando che queste povere righe Le possano essere di aiuto, La ringrazio per l'attenzione e Le porgo Distinti Saluti.

Alcide

aldus_r ha detto...

Caro Ministro Clemente Mastella,
nella gestione di un blog è implicito l'interscambio di opinioni (post, commenti ai post, risooste ai commenti)e di esperienze. Lei, mi consenta (lo uso perchè è elegante. Le ricorda qualcuno?), non gestisce il Suo blog in modo, diciamo, bidirezionale, ma scrive in "solitudine". Il Suo blog è un noiosi e lungo "monologo". Ella pubblica soltanto i commenti (non commentano per nulla il Suoi post) a Lei più graditi (le sviolinate). In sintesi, spero di avere espresso bene il concetto (non è quello dei Pagliacci di Leoncavallo. Scherzo!!)e di essere stato abbastanza chiaro. Tale Suo modo di operare non è da blogger. I maleducati, con le loro frasi volgari e triviali, li filtri pure, deve cestinare i loro scritti, ma non cestini anche gli scritti di coloro i quali Le si rivolgono gentilmente e con educazione ma con idee politiche e contenuti dialettici a Lei non graditi. Si misuri con coraggio, liberamente e responsabilmente nella palestra del Web senza alcun timore, anche con coloro i quali la pensano diversamente da Lei. Il confronto delle idee è indice di civiltà democratica. Aldus_r

Sen.Clemente Mastella ha detto...

Caro Aldus_r lei è un pagliaccio. Se c'è uno che si sta misurando sul blog con propprio nome e cognome sono io e non lei. Mi prendi insulti, cattiverie e critiche ma anche molte lettere interessanti. Gliene regalo un paio così ha qualche cosa con cui soddisfarsi:
Richiesta di intervento Programma "Anno zero" di Michele
Santoro


Gentili signori,

vista la preziosa presenza nel territorio calabrese della ex modella,
ed ora validissima giornalista, Beatrice Borromeo, mi piacerebbe che
qualcuno le chiedesse di illustrare il suo punto di vista sui fatti che
hanno portato l'azienda di famiglia (la Marzotto per intenderci,
proprietaria di Marlane) ad abbandonare la Calabria, con tragiche conseguenze,
dopo aver goduto di sostanziosi contributi pubblici per l'incremento
dell'occupazione nella regione.

A mio avviso la domanda dovrebbe essere posta nell'occasione della
diretta televisiva di "Anno zero" prevista per domani dall'auditorium di
Catanzaro.

Tema della puntata saranno le inchieste di De Magistris sulla gestione
illecita dei fondi pubblici in Calabria, curioso che a rappresentare la
protesta dei giovani calabresi sia la rampolla di una delle dinastie
che hanno dissanguato la regione, fino a pochissimo tempo fa.

Grazie per l'attenzione.

Grida Forte


Egr. Ministro Mastella,
> ieri l’ho seguita a Ballarò e ho avuto l’impressione di un pugile
> nell’angolo.
> Io la ricordo negli anni giovanili, quando appena eletto deputato
> veniva a Sarno (SA) per incontrare i potenti del luogo: ricordo la
> gente, già avvezza alle liturgie della Politica e al senso del rigore

> e del rispetto del “potente”, ascoltarla e seguirla in religioso
> silenzio.
> All’epoca lei era la voce di De Mita, ma già rappresentava un’entità
> politica a sé, con le sue idee e il suo personale modo di proporle.
> Ieri a Ballarò (ma lo era stato già anche ad Anno zero un po’ di
tempo
> fa) è sembrato la vittima sacrificale della “cattiva politica” e
della
> casta.
> Lungi da me l’idea di poterle dare consigli, ma credo che dovrebbe
> porre attenzione a questo aspetto.
> La sua lunga esperienza politica la dovrebbe portare a cambiare
> immediatamente scenario: in questo momento, volente o nolente, lei
> rappresenta un obiettivo comodo per tutti, anche per quelli che la
> Politica e l’Antipolitica la fanno tutti i giorni con i peggiori
> sistemi.
> L’informazione (quella peggiore è rappresentata dalla TV Commerciale
> delle ore pomeridiane e pre-serali dove spesso il telespettatore è
> indifeso e non addentro alle cose della Politica) manipola le notizie

> e le usa in modo nefasto nei suoi confronti.
> Cambi obiettivo: non risponda più in alcun modo alle domande
> tendenziose e pungenti dei giornalisti (aereo presidenziale, case
> romane, mutuo, i familiari in politica, ecc.) e soprattutto non
> risponda alle contumelie di Grillo, Di Pietro & C. (neppure via web).
> La sua proposta del processo per “soli 5 anni” è un argomento che
> riguarda una fascia ristretta di cittadini.
> Ora inizia la grande discussione sulla nuova finanziaria: l’UDEUR ha
> proposto l’abolizione dell’ICI sulla prima casa, aldilà della
> dimensione e del luogo dell’immobile: un tema che riguarda tutti e
ben
> visto dalla gente, ne faccia un suo cavallo di battaglia, tutti i
> politici UDEUR lo inseriscano nei loro interventi e lo ripetano come
> unico e forte obiettivo del Partito per la nuova finanziaria: vedrà
> che anche l’aria pesante di oggi verrà spazzata via.
>
> Cordiali saluti
> Salvatore Liguori
>

ildebe aka bebeto ha detto...

Mastella si metta il cuore in pace, lei a molti italiani non piace.
Sarà per il fatto che è stato un raccomandato (e questo agli italiani soprattutto i giovani e precari non piace), sarà per il fatto che un ministro della giustizia dovrebbe essere senza macchia (io ritengo che lei di macchie ne abbia, ma è una mia personalissima opinione).
Sarà per il fatto che quelli attaccati alle poltrone come lei non vanno più giù a nessuno. Sarà quel che sarà.
Le do un consiglio. La smetta di offendersi per qualsiasi cosa. E' ridicolo. Non faccia chiudere il blog "mastella ti odio". Che senso ha? E' davvero così ingenuo da pensare che non ci sia nessuno che la odi per qualsivoglia motivo? o che nessuno possa dirlo apertamente? Siamo seri...

Amministratore ha detto...

Caro ministro non credo che debba attaccare in questo modo il signor "aldus" dandogli del pagliaccio, visto che ha espresso un pensiero che dal punto di vista oggettivo è pienamente condivisibile.

Le sue risposte altro non dimostrano se non la sua infantilità con la quale da risposte senza senso.

Mi permetta di darle un suggerimento: invece di perdere tempo qui a filtrare tutti i messaggi dei suoi lettori, si dia una mossa per vedere in concreto cosa bisogna fare per dare una speranza a tutti noi italiani. Da quello che ho potuto vedere, mi pare che lei stia cercando solo di salvarsi la faccia aggrappandosi a futili argomentazioni, ma le vere risposte si danno piuttosto con i fatti.

Spero che questo mio commento venga pubblicato, perchè non ci trovo nulla che la possa offendere, avendo semplicemente espresso il mio punto di vista.

Saluti.

ildebe aka bebeto ha detto...

A me pare che in questo blog compaiano esclusivamente commenti positivi. Che filtro esagerato!

givuesse ha detto...

Apprezzo molto la sua apertura al confronto di opinioni, vorrei che molti suoi colleghi seguissero l'esempio di ascoltare coloro che in teoria rappresentano, e non critico la richiesta di registrazione al blog, che dovrebbe essere un modo per invitare la gente a prendersi un minimo la responsabilità di ciò che scrive. Quello che invece proprio non mi va giù è ciò che ho sentito stasera nel programma "annozero" riguardo al ""trasferimento"" di De Magistris. Lei rappresenta la Giustizia italiana in questo momento, e ciò che io vedo della "giustizia" è solo l'impunità dei corrotti e degli assassini e il soccombere degli onesti e tanta, troppa omertà. Fossi io a rivestire un tale ruolo, penso che passerei molte notti insonni, ma ovviamente questo dipende dal tipo di coscienza che uno ha. Buonanotte.

visik ha detto...

io continuo a non credere che sia possibile che ci siano un massimo di 10 commenti per ogni post sul sito di un ministro
dovrebbe smetterla di censurare praticamente tutto e' inammissibile!!!
ma le lo sa cosa dice la gente? la prima reazione e' "guarda questo qua si finge blogger ma in realta'tiene un comizio"
ed e' proprio così lei QUI TIENE UN COMIZIO!
bel modo di rapportarsi bravo

liberaldemocratico ha detto...

Senatore Mastella, il blog è suo e se lo gestisce come vuole. Noi altri qui siamo ospiti.

varkhing ha detto...

caro ministro, io sono sempre per il dialogo, costi quel che costi, pero' deve anche capire certe persone, che nella loro vita non hanno nessuna possibilta' di sfogo , allora approfittano del suo blog , per sbavare insulti ed idiozie varie, non capendo che questo metodo non porta da nessuna parte, facile per noi seppellire sotto tutte le colpe del mondo i nostri politici, senza capire che forse i primi colpevoli siamo noi stessi, anche quando in modo furbesco cerchiamo di evadere le tasse , oppure non abbiamo rispetto del bene pubblico ,pensando che il nostro egoismo e' giustizia, ed il bene comune non esiste .
se tenessimo tutti conto del detto" chi non ha peccato scagli la prima pietra !", forse tutte le pietre del mondo rimarrebbero a terra senza che nessuno le raccolga, se tutti noi dal bimbo alle elementari fino al piu' grande dei grandi, cominciassimo a capire che per cambiare non dobbiamo pensare in singolo, ma al plurale pensando che se ci conviene una cosa deve convenire a tutti, allora forse avremmo fatto il primo passo verso un nuovo mondo di giustizia e pace.
giacomo iazzetta

davide ha detto...

Questo è detto tra me e lei, può anche non pubblicare il commento. Penso che a volte il popolo è come un bimbo viziato: trova sempre di chè lamentarsi. Vada avanti per la sua strada, comunque l'idea di porre la registrazione obbligatoria la trovo ottima, sarebbe un buon modo per mettere un pochino d'ordine e farebbe da filtro, ma solo un pò, verso quelli che scrivono solo per insultare.

Saluti,
Davide Scrimeri

aldus_r ha detto...

sabato 6 ottobre 2007
Lettera di sollecito al Ministro della Giustizia


Caro Ministro Mastella,
a tutt’oggi sono in attesa che Ella pubblichi sul Suo blog la mia seguente lettera , in risposta alla gratuita offesa che Ella mi ha indirizzato. Naturalmente attendo anche le scuse di un gentiluomo quale Ella è.
Aldus_r

Caro Ministro Mastella,
respingo decisamente al mittente il volgare aggettivo che Ella mi ha con leggerezza e gratuitamente rivolto nel prologo della Sua risposta al suggerimento che mi sono permesso darLe con la mia lettera, su come deve essere gestito un blog.
Risposta del genere qualifica la Sua educazione.
Ella, come al solito, ha perso la “testa”.
Non avendo la cultura, la capacità dialettica e neanche l’equilibrio psico-fisico di sostenere un dibattito pubblico, in televisione si alza e abbandona la poltrona e sul blog scrive in solitudine e offende chi Le scrive nel rispetto della sana e buona educazione. In altre parole, non riesce in nessun modo a sostenere e portare a termine,in nessuna sede, un dibattito in serenità e tranquillità.
Purtoppo, questi sono i soli esempi che un Ministro della Repubblica è capace di offrire ai cittadini.
Le porgo distinti saluti.
Aldus_r

Vincenzo ha detto...

Caro Clemente
Ti risegnalo una proposta di riforma della figura dell'Ufficiale Giudiziario (già inviata alla Segreteria del Tuo Gabinetto), premesso che l'Italia è l'ultimo dei paesi europei a non aver ancora accolto tutte le indicazioni dei vari Trattati europei verso un contenuto tipicamente professionale della stessa. I beneficiari di tale riforma in primis la stessa Giustizia Italiana, l'Economia con notevoli risparmi di spesa pubblica ed una maggiore efficienza del sistema Paese in generale.
Attendo un Tuo riscontro qualora volessi approfondire l'argomento.
Dott. Vincenzo Testa
vincenzotesta_000@fastwebnet.it

Sen.Clemente Mastella ha detto...

caro aldus_r le chiedo scusa per il "pagliaccio". E che se non fosse stato da lei citato nella sua prima lettera non mi sarebbe neanche venuto in mente di usare. Devo però farle notare che non è affatto vero che io pubblichi solo commenti morbidi. Come chiunque può controllare se ha voglia e tempo.

aldus_r ha detto...

Cao Ministro della Giustizia,

scuse accettate.

Ero certo che, da gentiluomo quale Ella è, riconoscesse di avere sbagliato ad apostrofarmi con un simile aggettivo: "pagliaccio". Tra l'altro improprio ed inopportuno, rispetto al suggerimento che mi ero permesso darLe su come fosse corretto gestire un blog.

E' vero, il termine "Pagliacci" l'ho citato nella mia prima lettera, ma era riferito al "Prologo" dell'omonima opera lirica di Ruggiero Leoncavallo.

Che Lei, Cao Ministro Clemente Mastella, si stia integrando molto bene come blogger, lo riconosco. Sempre più frequantemente pubblica anche i commenti a Lei più ostili.

Complimenti!!

La saluto cordialmente.

Aldus_r