domenica 28 ottobre 2007

La solidarietà al Campanile

E' stata una settimana durissima per tutti. Anche per i giornalisti de "Il Campanile", il giornale del partito. A loro voglio esprimere qui tutta la mia personale solidarietà come ho sempre fatto decine di volte in analoghe circostanze per giornalisti di altri quotidiani. E cosi dal momento che gli attestati di solidarietà ai giornalisti del Campanile sono stati molto pochi mi verrebbe di farlo anche a nome della Federazione nazionale della stampa, anche se non ho nessun titolo. Solitamente rapida nello stare al fianco dei colleghi questa volta la FNSI è mancata. Probabilmente troppo impegnata in questa sua vigilia congressuale per ricordarsi che non esistono quotidiani di serie A e di serie B e che tutti i giornalisti sono uguali.

9 commenti:

Francesca ha detto...

Caro Ministro, ma questa legge Levi-Prodi?

Davide ha detto...

Grazie mille

giorgio ha detto...

non credo ad un solo commento di questo blog... preferisco andare sul sito dementemastella.blogspot.it

ho scritto una trentina di lettere a napolitano ed egli non mi ha degnato di una minima risposta (a carlo azeglio ciampi bastò inviare una lettera ed egli mi rispose con grandissima comprensione).

non ci si può fidare di voi politici.

spero che il sistema scoppi e si arrivi ad una rivolta sangionosa.. se circa 20 milioni di italiano morissero forse si riuscirebbe a cambiare qualcosa...

è qui che devo scrivere le generalità?
giorgio distante
via leopardi 25
35038 torreglia (PD)

ezio ha detto...

sta lavorando troppo intensamente contro qualcuno per scriverci qualche nuovo articolo divertente o ha deciso di smettere di scrivere a noi che siamo maleducati e non capiamo niente ? ciao masty

salvatore ha detto...

a clemè, ti sei addormentato? e pubblica qualche altro post così ci sganasciamo dalle risate!

lizardodentro ha detto...

mi chiedo come è possibile che un blog pubblico di un ministro dello stato italiano non abbia alcun commento pubblicato dopo più di 15 giorni dall'inserimento di una news....

frankie5 ha detto...

Caro Ministro,
La mia solidarietà va al Vostro quotidiano, a tutti i quotidiani che non hanno finanziamenti pubblici, e alla Magistratura, affinché possa svolgere il suo lavoro senza impedimenti né avocazioni.

Nicola ha detto...

Questo é un coro che arriva da tutti gli Italiani in Germania:

Si DIMETTA!!!!!!

La gente qui (i tedeschi) ride quando si parla dell' Italia.

Vada in pensione, dia il buon esempio e vada a godersi i soldi "onestamente" guadagnati su qualche isola deserta!!!

A quelli che controllano i posts: mettetelo questo, non cagatevi sotto!!!

Sergio ha detto...

carissimo ministro,
a mio avviso gli attestati di solidarietà sono stati pochi perchè era giusto che fosse così, non crede? non sono stati presi di mira da teppisti o delinquenti, ma fatti indagine da parte di una magistratura legittima attraverso un atto legittimo.cosa c'è di strano o di sbagliato?