venerdì 12 ottobre 2007

Tremila amici e una legge popolare

Sono soddisfatto. Volto pagina. Tremila amici sono arrivati da tutt'Italia per ragionare insieme a me di politica, di uno scatto da compiere, di un progetto di centro da portare avanti a testa alta, e, non ultimo , per manifestarmi solidarietà in un momento che, sia pur dietro le spalle, è stato molto difficile. Anche Pezzotta ha voluto essere presente. Ora guardo avanti. Alla legge popolare per la quale proveremo a raccogliere firme ovunque. Per chiedere che si inserisca nuovamente il diritto a esprimere le preferenze nella scheda elettorale.

37 commenti:

Luca Manconi ha detto...

****Per chiedere che si inserisca nuovamente il diritto a esprimere le preferenze nella scheda elettorale******

Ottimo, io ci sarò.

Nicola ha detto...

E' un primo passo, ma non è tutto. Penso che se anche lei proponesse una legge per mandare a casa i condannati in Parlamento, forse potrebbe guadagnare un po' di popolarità, che ne ha proprio bisogno in questo momento...

federico ferro-luzzi ha detto...

Sul ritorno alla preferenza sono assolutamente concorde; personalmente, però, lotterei anche per il collegio unico. Lei cosa ne pensa?
f.f-l

Il Picchio ha detto...

Ciao senatore, ti do del tu, perchè penso che tra blogger ci si esprima così. Allora ti volevo fare i complimenti per la tua iniziativa del blog. Insomma è una buona idea quella di mettersi a disposizione dei cittadini e di ascoltare i malumori e le cose che non vanno.
In questo ultimo post, vedo che utilizzi termini a me non molto "simpatici": progetto di centro, legge popolare che oramai riportano ad una politica un po bigotta e vecchia. L'idea di riportare il diritto a esprimere le preferenze nella scheda elettorale, mi sembra giusto, ma non deve essere una "legge popolare" solo per raccogliere consesi... cerchiamo di trovare delle strade per risolvere i problemi dell'Italia e dei suoi cittadini senza ritornare alle utopie della vecchia politica...
se vuoi, ti invito a legger il mio
post
e magari a commentare..

info ha detto...

Quindi è d'accordo con Grillo?
Grillo chiede proprio questo! Pace fatta?

Elio Mazzucchelli da Roma

Fabrizio ha detto...

L'avrebbe già fatta grillo questa legge popolare....

Dimettiti

Simone Schiavo ha detto...

Egr. Senatore Mastella,

tristemente noto che commenti, seppur educati e privi di insulti, ma che evidenzino critiche nei sui confronti o che le rivolgono domande dirette, sono completamente ignorati.
Lei e' l'owner dei questo blog e giustamente fa quello che vuole.
Almeno sia coerente e cambi la sua 'regola di navigazione': verranno pubblicati solo i commenti che non mi criticano.
Mi diapiace che lei perda l'occasione di un sano confronto con la gente. Il blog era una bella idea, peccato

alberto ha detto...

Caro senatore....tanti amici....perchè lei è un grande! Le esprimo solidarietà. Passerà questo brutto momentaccio!

Alberto ha detto...

Credo che reintrodurre la preferenza sia un diritto del cittadino elettore. Ma perché non fa cadere questo benedetto Governo?
Grazie e a presto

Marcoaurelio ha detto...

e come ci comportiamo con i possibili brogli che questo sistema potrebbe favorire?

salvatore ha detto...

sei sicuro che i tremila erano venuti per dimostrarti solidarietà?

andrea ha detto...

chissà che valanga di improperi riceverà su questo spazio "democratico". E' vergognoso che non vengano pubblicati commenti. Ma che razza di blog è mai questo? La smetta di cimentarsi in cose di cui non è capace e lavori piuttosto per portare l'Italia tra i Paesi civili, riducendo i tempi biblici dei processi.

Rocco Racci ha detto...

Be Senatore, mi fa piacere che Lei abbia ripreso la sua attività politiuca, intesa come contatto duiretto con i Suoi elettori. In questo è bravissimo.
Credo però che le Sue uscite degli ultimi giorni lasciano dei problemi aperti, dagli aspetti perfino inquietanti.
Mi permetto di segnalarne qualcuno:
1) L'assurdità, al di là delle strumentalizzazioni della stampa, di un Ministro della Repubblica che entra in conflitto palese ed impari con un magistrato. Queste cose non le faceva nemmeno Castelli!
2) Gli attacchi alla libertà di stampa, e la larvata richiesta di censura di determinati programmi televisivi. Il tutto degno del peggiore Berlusconi.
3) Il silenzio assoluto, in tutto questo, rispetto ai veri problemi della giustizia in Italia, quelli per intenderci con i quali devono misurarsi ogni giorno i cittadini, pagando le inefficienze sulla loro pelle! Insomma sarebbe il caso di lasciare da parte le antipatie personali verso questo o quel Giudice, e rendersi conto che la macchina giustizia fa acqua da tutte le parti!
Lei è una persona in gamba, dovrebbe, per riconquistare un minimo di fiducia, anche tra i suoi elettori, sciogliere questi nodi, e spiegare a noi tutti perchè si è prodotto in performance tanto impopolari e, mi permetta, inopportune.

QuelloChe ha detto...

A me sembra davvero tutta una comica....
Adesso lei intende cercare di raccogliere firme per promuovere una legge popolare, allora sembra davvero che cerca di combattere grillo imitandolo....

Poi scusi esattamente...legge popolare per promuovere cosa?

Sicuro che non pubblichera questo commento, cosi come tanti altri da me inviati avrò cura di ricommentare in egualmaniera sui suoi blog cloni (ma liberi di parola) che spopolano la rete...

Saluti.

bbking44ab ha detto...

Salve, una legge per esprimere le preferenze è democratica e indispensabile, ma attenzione: la preferenza dev essere unica!!! Che non sia un ritorno a scambi di favori con voti!!! Come lei saprà maggiori sono le preferenze maggiore è la possibilità di esprimere sequenze di preferenze codificate per lo scambio voti.

Esempio 1 preferenza tra A,B,C.
Io dico di avere votato "A".
ma queste preferenze possono essere tante e non riconoscibili.

Esempio di 3 preferenze pilotate:
Io dico di avere votato C,A,B.
ci saranno:
-ABC
-ACB
-BAC
-BCA
-CBA
e infine CAB.
In questo modo sarà possibile un più facile riconoscimento per lo scambio dei favori!!!

Quindi non TANTE PREFERENZE!!!!

Interessato alla risposta.

bb

antonioricci21 ha detto...

Sono pronto a collaborare.
Saluti fraterni Antonio Ricci

babaysardo ha detto...

che brutto questo blog senza commenti... eppure spunti di discussione ce ne sono!! non esageri con la censura, ministro...

Ruggero ha detto...

Per chiedere che si inserisca nuovamente il diritto a esprimere le preferenze nella scheda elettorale....ma questo è il terzo punto del V-Day! Mi dispiace onorevole ma sono gia state raccolte 300000 firme...
La saluto

Luca ha detto...

ah, quindi noto con piacere che lei ama le leggi di iniziativa popolare. allora la aspetto in parlamento quando si tratterà di votare la proposta di legge che prevede due soli mandati e l'ineleggibilità per coloro che hanno commesso reati.

aspettiamo e controlliamo

p.s. si scusano con lei per non essere insieme ai tremila, quei quattro stronzi di new york. loro non fanno il ministro, il senatore e il sindaco tutto in una volta e quindi non possono spendere tutti i soldi che ci vogliono per venire fino in italia...

questo post verrà pubblicato?
mah, chi lo sa (non ci sono offese)

ginoilsalumiere ha detto...

Buongiorno.
Se me lo permette le do un consiglio:
curi un pochino di più la grafica del suo blog e cerchi di dare un taglio ai concetti che esprime più giovanile, nel senso che dovrebbe rivolgersi più ai giovani, i maggiori fruitori del web.
Un saluto da un apolitico.
Spero che passerà da me.
ginoilsalumiere.blogspot.com

gratianus ha detto...

G.le Ministro Mastella,
la legge Gozzini è senz'altro conforme allo spirito Costituzionale (v. art. 27 Cost.). Per cui la ratio di tale legge è sicuramente giusta. Allora, ci si potrebbe domandare se il problema non stia a valle, bensì a monte.La Costituzione va, per alcuni aspetti, modificata. La contrapposizione del valore della rieducazione a quelli della "giustizia" intesa come "efficacia della pena", non puo' far prevalere sempre il primo secondo una valutazione meramente astratta. Se molti obbiettano che una valutazione "caso x caso" che scenda nell'analisi sticto sensu del carcerato sia praticamente impossibile, allora è intuile discorrere di rieducazione.

Rocco ha detto...

Sono assolutamente d'accordo ad esprimere le preferenze su chi dovrà entrare in parlamento!

No alle liste bloccate!

Dario de Judicibus ha detto...

Perché limitarci a questo, perché non andare oltre e chiedere che la cosiddetta preferenza non sia piuttosto obbligatoria, ovvero che ogni elettore si prenda la responsabilità di scegliere un nome piuttosto che delegare altri a farlo per sé? Già la maggior parte della gente pensa che il loro dovere di cittadini si esaurisca con il mettere una croce su una scheda una volta ogni tanto: che almeno facciano la fatica di scrivere un nome e un cognome!

So che lei ama parlare di politica, ma non è colpa mia se è anche Ministro della Giustizia, e quindi le tocca: un breve articolo sugli ultimi fatti che hanno insanguinato le nostre strade e una proposta concreta di legge. Se ha tempo, la legga.

dariorasimelli ha detto...

Ma come si fa a gestire una farsa di blog come questo inserendo solo commenti critici del tipo "caro ministro curi un po` meglio la grafica del suo sito"?
Vergognati per quello che hai fatto con De Magistris.
E ora ricatti il governo (l`ho votato e spero che cada presto)...
Siamo come la Colombia!
VERGOGNA!!!!!!!!

picks ha detto...

ma è da giorni che i commenti sono 23... forse la maggior parte della gente viene qui solo per insultarla? E fa bene a censurarli.
Ma... Caro Ministro, ho lasciato un commento un paio di giorni fa, non era offensivo, ne irrispettoso, avevo soltanto chiesto gentilmente le sue dimissioni. Avevo motivato la richiesta e le possibili svolte positive per il governo. Spero mi risponda. Salvatore Bruccoleri

Laura ha detto...

Finalmente siamo d'accordo su qualcosa. Giustissima questa legge popolare. Comunque delle firme per una legge popolare sono già state raccolte, e abbondantemente anche! Nessuno sembra aver preso in considerazione le tre proposte degli italiani. Come mai? Sempre la stessa storia delle tre scimmiette? Non vedo, non sento e non parlo?
Oh, questo non è un attacco, voglio solo ragionare, perchè sembra che nessuno ci caghi manco de striscio in questo Paese...

ALESSANDRO ha detto...

Fuori dal coro...perchè ministro tira sempre la corda?Con il suo "partitino" da 1,percento non le sembra di tenerci un po' troppo in ostaggio?Non mi riferisco solo a lei ma anche alla sinistra radicale...Forse per lei non sarà un problema saltare la staccionata...l'ha già fatto!Noi elettori del centro-sinistra vogliamo stare UNITI!Basta con le liti e i "ricattini"...Mi sembra che con il suo "partitino" abbia guadagnato una "posizione" autorevole come il ministero della Giustizia....e altro ancora,ma non basta adesso si dice "o con me o senza di me"...Ecco Signor Ministro a questo punto allora preferisco andare a votare,al limite perdere le elezioni ma da li in avanti costruire un partito che faccia a meno di Lei e dei comunisti.
P.S.:Dimenticavo...complimenti per il Blog almeno lei ha avuto il coraggio di farne uno....a proposito ma chiuderà anche il suo o "farà" una "leggina" particolare per sopravvivere...sa' com'e' i poveri blogger come "noatri" risciano di chiudere...faccia i complimenti a Levi,bella legge complimenti davvero!

Paolo ha detto...

è comprensibile che abbia bisogno di solidarietà e calore in questo difficile momento, ma perchè le leggi non le propone in parlamento?

emanuele ha detto...

ha già smesso di giocare al buon blogger? oppure è un momento incui è meglio non esporsi? o forse ha semplicemente cose più urgenti da fare, tipo far finta di far cadere il governo per farsi fare ancora un po' di regali?
alla faccia degli interessi della nazione!

ALESSANDRO ha detto...

questo blog non pubblica piu' i commenti....Signor Ministro non sarà mica occupato in qualcos'altro?mah?Non sarà che per caso è finita la FESTA per il partitino del'unopercento?Un saluto!

Pixel ha detto...

in nessun governo berlusconi, in passato, ho visto fare peggio di quanto accade nell'attuale esecutivo da parte della maggior parte dei propri rappresentanti istituzionali.
tra questi includo anche lei, caro signor ministro.
sono certo che voi tutti, politici di orofessione, vi rendiate conto perfettamente di essere la fonte della più grande delusione e disaffezione di noi giovani verso la politica.
sono certo che lo sappiate, perchè certamente comprendete che da tale disaffezione si genera il mastice che vi incolla alla poltrona per una vita intera.
Cordialmente.
Piergiorgio.

federico frittata ha detto...

Ma è morto?
Che fine ha fatto questo blog?
Si è già fermato?
Proprio ora che poteva diventare una cosa interessante...
Dai ministro riprovaci.

D-ee-P ha detto...

Non so, alla fine sono sempre solo nomi. Nel senso che, ogni volta che ho votato, non ho mai ricevuto chiare informazioni sui vari programmi politici, e i loro tempi di attuazione. Questo vale per il singolo candidato.
Al di là del partito ogni candidato nella sua unicità dovrebbe farsi carico di una certa responsabilità nell'esposizione della sua visione.
Pensa che l'ultima volta che ho votato c'era chi consigliava di votare per un candidato solo perché: è giusto così.
Ma cosa significa? Quando il voto potrà essere un atto di autentica razionalità?

Roby ha detto...

Caro Ministro, chi le scrive è un semplice cittadino, che ritiene giusto farle sapere che, come tante altre persone ormai ( ma forse voi non ve ne siete ancora accorti)è stanco di vedere questi giochi di potere a cui, tanto destra quanto sinistra, ci hanno abituato. L'avocazione delle inchieste del procuratore De magistris, sono davvero la dimostrazione di quanto in basso sia arrivata questa classe politica.De Magistris stava indagando su realtà palesemente scandalose(soldi pubblici finiti chissà dove)e voi invece di indignarvi per questo lo avete messo alla gogna.Questa è già una dimostrazione della vostra poca chiarezza.Sappia comunque, che siamo in tanti a non accettare più queste cose e che faremo tutto quello che questa democrazia ancora ci permette, per difendere persone come De Magistris e la Forleo, che davvero sono un esempio per tutti i cittadini onesti.La stessa cosa non si può certo dire per questa classe politica.Sono certo che questo commento verrà cestinato come nel vostro stile, ma mi chiedo che serve avere un blog per poi pubblicare solo le cose che ci fanno piacere? Distinti saluti da un ex elettore.

Michael ha detto...

Signor Ministro, tutti penso sono d'accordo col fatto che bisogna reintrodurre le preferenze, pero' penso che molti (piu' della meta' degli italiani) siano d'accordo col fatto che la legge elettorale e' solo una scusa per allungare la vita al Governo di cui Lei fa parte. Io, da cittadino europeo e occidentale, mi vergogno di essere rappresentato da un governo nel quale ci sono partiti comunisti, e sinceramente non capisco come Lei possa farne parte. Capisco che e' dura prendersi la responsabilita' di mandare a casa Prodi, pero' e' meno difficile prendersi la responsabilita' di salvarsi la faccia, dimettersi da questo governo e chiudere ogni rapporto con chi ancora si definisce comunista.

foxino ha detto...

On. Mastella.

Vorrei ringraziarla per lo spazio che mi da' per comunicare con lei. Le dico subito che sono di tutt'altra parte politica rispetto alla sua. Spero tra l'altro che questo sia il posto giusto per farle delle domande e magari avere delle risposte.

1) Anni fa' ho votato un referendum per il bipolarismo xche mi aspettavo (magari ero piccolo o forse lo credevo scontato) 2 partiti A o B e tra questi votare. Non sarebbe piu facile x tutti e piu' conveniente per le nostre tasche. invece che 100 partiti e milioni di segretari ecc ecc?

2) Ministro come me sente parlare ogni giorno di extracomunitari e come me sentira' spesso parlare di doni o grazie che la sua parte politica vuole fare ai rom (tipo case, soldi ecc), le domando questo: perche' io da italiano devo o dovrei pagare le loro case ecc quando non riesco a comprarmela io una casa? devo buttare documenti ecc e fare finta anche io di essere rom?.

3) (ultima domanda) xche invece di fare decreti urgenti o altre amenita' sulla violenza nel calcio non condannate per 5/10 anni (carcere lavori forzati quello che vi pare basta che li facciate sparire) senza sconti o altro a chi rovina una delle nostre piu' belle tradizioni.?

Sen.Clemente Mastella ha detto...

Caro dariorasimelli, lei mi accusa di una cosa palesemente falsa. Non è il primo come lei sa. E non sarà certo l'ultimo. Ma sostenere che su questo blog esistono solo commenti in mio favore o apparentemente critici significa essere disonesti. Disonesti dentro. Si faccia un giro nei commenti e vedrà che la maggior parte delle dichiarazioni sono durissime nei miei confronti. Quelli che mi scrivono per dire: sono con lei vada avanti, io li rifiuto e li cancello. A meno che non ci sia una motivazione politica per l'elogio.