mercoledì 11 luglio 2007

Non so se sarà bello

Non so se sarà bello. Nè so se ho capito bene il significato di un blog. Ma vedo che neanche è stato aperto e c'è già chi ci vende antagonismi con altri politici o spazio per protagonismi sterili. Non è così. Come ho spiegato in un post precedente mi sono solo interessato a questa nuova forma di comunicazione, che mi consente di essere diretto e spiegare in maniera semplice come vedo le cose. Leggere, sul mio o sul altri blog che visiterò, come vedete le cose voi. Più che per pubblicizzare le mie ragioni insomma ho aperto il blog per avere un contributo ulteriore dall'esterno e, di conseguenza, per pubblicizzare le vostre ragioni. La politica non è questo? Se poi invece c'è chi crede che la politica sia "portare i cani per l'aia", non è affar mio.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

La politica non è "pubblicizzare" le nostre ragioni.
La politica è ATTUARE le nostre ragioni.

Di pubblicità ne abbimo vista e sentita tanta....al pari di "portare i cani per l'aia"!!!

Sen.Clemente Mastella ha detto...

Hai ragione, non mi sono espresso bene. Ed è principalmente per questo motivo che ti rispondo dal momento che, come ho scritto nella home page del blog, non intendo rispondere a commenti anonimi. Intendevo dire che la politica è dar voce ai problemi, alle idee, alle proposte, ai suggerimenti, alle novità dei cittadini, e non solo dei propri elettori. Trovare insomma le soluzioni politiche e legislative rispetto ai problemi dati. Ma certo anche tu non ti sei espresso bene. La politica non è "ATTUARE" quello che pensi tu, ma trovare la mediazione tra ciò che pensi tu e ciò che pensa un altro.

simichan ha detto...

Il precedente commento significa che ha intenzione di rispondere, invece, ai commenti?
Me lo auguro, poiché solitamente i blog dei personaggi "pubblici" sono, a mio avviso, "fasulli", perché non creano un vero feedback (loro scrivono, noi commentiamo, e i nostri commenti cadono nel vuoto). Mi auguro che questo blog sia diverso poiché ho molte cose da chiederle.


Un'altra cosa: mica è colpa della moderazione dei commenti se i post sono tutti silenziosi?

Sen.Clemente Mastella ha detto...

Sono qui. Aspetto. I post sono silenziosi perchè, probabilmente, il blog è recente. E non mi interessa suonare la grancassa per attirare qui, con questo mezzo, l'attenzione di persone in malafede. Voglio provare a fare un blog serio ma nello spirito vero di un blog. Dialogare e confrontarmi. Dedicando un po' di tempo allo schermo del pc.

Roberto Cesetti ha detto...

Signor Ministro, colgo l'occasione per ringranziarla di questo spazio che ha voluto metterci a disposizione per sentire anche la nostra voce.
Ho trovato opportuno questo post per portare alla sua attenzione un tema che mi sta particolarmente a cuore e su cui anche oggi il nostro Presidente della Repubblica ha fatto sentire la propria voce.
I costi della politica.
Sono un consigliere comunale (alla sua prima esperienza) di un paese di 10.000 persone che ogni giorno è chiamato a confrontarsi direttamente con i problemi lamentati dai cittadini (chiarimenti, accertamenti, pratiche inevase, richieste d'informazione, viabilità, pulizia delle strade, etc... etc...)
Il mio "costo" è di circa 18 euro lordi a gettone di presenza in Consiglio Comunale. Considerato che il Consiglio COmunale viene convocato (ovviamente varia da paese a paese) in un anno mediamente 10 volte ecco che il totale annuo è di ben 180 euro. Telefonate, manifesti, magari una piccola sezione da far sopravvivere (sono tra quelli che crede che una sezione è la fondamenta su cui costruire una vera classe politica), permessi dal lavoro non retribuiti.

Francamente sentire parlare di tagli (a tal proposito l'ultima volta che sono stati applicati, i nostri 'ricchissimi' gettoni sono stati decurtati del 10%) per questa categoria di "politici", persone che sacrificano tempo libero, affetti familiari e amicizie per dare risposte concrete ai propri cittadini e far sentire la politica meno distante dalle loro aspettative fa venir voglia di abbandonare tutto anche la militanza attiva nei rispettivi partiti.
Molti dicono che c'è crisi della politica ... proviamo a ripartire da chi tutti i giorni vive a stretto contatto con i cittadini.

Cordialissimi Saluti

Anonimo ha detto...

Sono sempre quello di prima termino dicendo che gli altri politici aprono dei blog per i fatti loro non c'è
possibilità di inviare commenti e tanto meno loro rispondono, un esempio il blog di Di Pietro che a tanto reclamizato ma non risponde a nessuno e come si dice lui se la scrive e lui se la canta,il blog va gestito e bisogna dare anche delle risposte, vedo invece che lei da delle risposta e questo le fa onore.
p.s. anche questa la legga e non la pubblichi grazie.Lei si chiederà ma perchè non vuole che vengano pubblicate? semplicemente che non sono attinenti al suo post.

Sen.Clemente Mastella ha detto...

Caro Roberto hai ragione. E il saperlo o il vederlo riconosciuto non aiuta certamente a superare le difficoltà quotidiane. Ma se quelli che si impegnano come te lasciassero e gettassero la spugna il paese peggiorerebbe. Resisti.

trarco mavaglio ha detto...

Salve.Anche se non ho condiviso per niente la sua candidatura al Ministero che rappresenta, secondo me forse il piu' importante per il nostro Paese, apprezzo comunque la sua decisione di aprire un blog.
Fa piacere avere un filo diretto con un Ministro, da me potra' ricevere dure critiche ma mai insulti..

auguri e buon lavoro!

FRANCESCO BOIARDI ha detto...

egregio sen. mastella, prima di tutto mi congratulo per la sua carriera poi volevo dirle che lei è una delle poche (e sottolineiamo poche!!) personalità politiche che associano lo spirito umano all' attività politica. La sua simpatia e i suoi modi di fare sono doti rare in questo mondo e il fatto che uno come lei sia in politica, per me è una cosa molto positiva. Premetto che io sono sempre stato di destra (Alleanza Nazionale) ma alle scorse elezioni ho votato Udeur, per il semplice motivo di non vedere per altri cinque anni l' Italia in mano di Berlusconi. L' apertura del suo blog dovrebbe essere uno spunto che prendano tutti i politici pre avere un direttissimo contatto con i propri cittadini.

auguri e buon lavoro!

auguri